cose

La terapia cranio-sacrale è una delicata tecnica manuale, sottile e profonda, che assiste la naturale capacità di auto-regolazione e risveglia la saggezza guaritrice intrinseca del corpo, promuovendone la salute ed il benessere. Come si desume dal suo stesso nome, agisce sul sistema cranio-sacrale e lo fà in modo dolce e non invasivo, riportandolo ad uno stato di maggiore equilibrio ed armonia.

Il sistema prende nome dalle ossa che, insieme alle vertebre, circondano il sistema nervoso e solo recentemente è stato riconosciuto come un sistema che funziona autonomamente. Il cervello e il midollo spinale sono ricoperti da membrane protettive che formano intorno ad essi una sorta di peculiare involucro, nel quale circola il liquido cerebrospinaleIl liquido viene prodotto e riassorbito all’interno della scatola cranica creando un ritmo paragonabile alle onde dell’oceano, il ritmo Cranio Sacrale, che si propaga in tutto il corpo grazie ad una fluttuazione leggerissima, sia in corrispondenza delle varie ossa del cranio e lungo tutta la colonna vertebrale fino all’osso sacro, sia nelle parti periferiche del corpo attraverso la fascia connettivale. Il suo libero scorrere è uno degli obiettivi principali del trattamento cranio-sacrale: l’operatore, attraverso un delicato ascolto con le mani, stabilisce un contatto con questo ritmo per stimolarlo ed assecondarlo. Questi sottili impulsi ritmici che ne derivano sono parte di un sistema involontario di respirazione, la Respirazione Primaria, presente nell’uomo sin dal concepimento e caratterizzata da un’attività ritmica che dura per tutta la vita, percepibile dalle nostre mani, base della vitalità del corpo e della sua salute. In presenza di un trauma fisico e psichico, oppure di una malattia, questo ritmo fisiologico/respirazione si altera. E’ importante, quindi, che questo movimento si esprima il più possibile in maniera equilibrata in tutto l’organismo.

Il Dr. W.G. Sutherland, all’inizio del XX secolo, allievo del fondatore dell’osteopatia A. Still, scoprì il movimento intrinseco delle ossa del cranio e ne studiò la profonda relazione con le manifestazioni della salute e della malattia. Grazie a minuziose ricerche comprese che tutte le strutture, i tessuti e perfino le singole cellule del corpo umano esprimono movimenti ritmici che sono espressione fondamentale della vita. Negli anni ’70, grazie agli studi del Dr. Becker, del Dr. Upledger e, in seguito, di altri grandi maestri, dopo accurate e ripetute osservazioni cliniche di organi, tessuti e fluidi corporei, apparve chiaro che questi movimenti sono una diretta espressione della Salute, mentre la loro limitazione o assenza implica può manifestarsi in una grande varietà di sintomi e disfunzioni, sia fisici che emozionali. Negli anni a venire, la terapia cranio-sacrale si sviluppò ulteriormente coinvolgendo anche un pubblico non-medico e diventando un’Arte per la salute indipendente e con un’etica ed un corpo di conoscenze e di esperienze cliniche con larga diffusione in tutto il mondo.