La partecipazione al seminario introduttivo di due giornate (vedi i giorni in “date e orari”) oppure a un tutorial privato di una giornata (la data sarà da concordarsi privatamente con l’insegnante) è propedeutica all’iscrizione alla formazione triennale della scuola:

La MINDFULNESS nel CONTATTO”, seminario teorico – esperienziale di due giorni; s’introdurranno i principi della disciplina e alcuni luoghi di contatto iniziali.

La partecipazione al seminario non rende obbligatoria la partecipazione al corso.

Vai alla pagina del Seminario

Primo Anno

Nel primo anno gli studenti saranno guidati ai principali luoghi di contatto e all’ascolto delle priorità del corpo, attraverso il dispiegamento del piano di trattamento intrinseco. Svilupperanno le capacità di base per svolgere una sessione di ascolto rivolgendosi alla Salute e alle risorse. Ogni seminario sarà correlato a nozioni sullo sviluppo embriologico ed energetico dell’uomo.

  • Acquisizione dei fondamenti storici della disciplina: dall’osteopatia (A.T. Still), all’osteopatia craniale (Dott. W.G. Sutherland, R. Becker), alla craniosacrale (J.E. Upledger), fino all’approccio biodinamico (W.G. Sutherland, Ruby Day, Anne Wales, J. Jelous, F. Sills, M. Shea, M. Kern)
  • Riconoscere il cambiamento Olistico e accompagnare le tre fasi della guarigione del Dott. Becker
  • Comprensione del meccanismo respiratorio primario riguardo al dispiegamento del sistema respiratorio primario
  • I fulcri del lavoro: meditazione, non giudizio, non fare;
  • I fulcri fondamentali dell’operatore: spaziali, energetici, fisici
  • Percezione delle forze biodinamiche e biocinetiche, implicazioni sulla salute
  • Accesso alle condizioni che favoriscono la salute: still point, punti fermi, stati di equilibrio, stati di quiete
  • Orientarsi e riconoscere Risorse interne ed esterne
  • Percezione e abilità nel contatto; negoziazione, ascolto e giusta distanza
  • La Meditazione e l’autoregolazione come base dell’esperienza cosciente
  • Accedere ai diversi Campi percettivi
  • Orientamento sintonizzazione sincronizzazione
  • Capacità di accompagnamento verbale nelle diverse fasi del processo
  • La linea mediana
  • Il corpo fluido
  • Sviluppare il campo di sicurezza nella relazione
  • Punti di contatto, esplorazione e studio: osso sacro, occipite, sfenoide, ossa temporali, parietali, frontali, sincondrosi sfenobasilare, membrane a tensione reciproca

Esplorazioni fluide, le fluttuazioni longitudinali e le fluttuazioni laterali

Secondo Anno

Durante il secondo anno si approfondiranno temi legati al sistema respiratorio primario e alle sue implicazioni esistenziali, attraverso il processo di accensione al terzo ventricolo e l’aumento della vitalità.  S’inizierà a lavorare con le impronte lasciate nel periodo perinatale e natale e le sue relazioni con gli schemi di esperienza e le nostre convinzioni.

  • Le maree e l’embrione
  • Vitalità, movimento e quiete
  • Principi di comunicazione verbale e non verbale
  • Diversi stati di accensione dell’energia vitale
  • Dal cielo alla terra 1: l’accensione al concepimento
  • L’origine dell’esperienza cosciente: il terzo ventricolo
  • Accensione come processo terapeutico: il terzo ventricolo
  • Dinamiche spinali e vertebrali
  • Riflessi viscero somatici e somato viscerali
  • Facilitazione nervosa e stati emozionali
  • Lavoro con i diaframmi, aree di contenimento e passaggio
  • Muoversi nel mondo 1: esplorazione degli arti inferiori
  • Muoversi nel mondo 2: esplorazione degli arti superiori
  • Sistema nervoso centrale e ventricolare
  • Esplorazione del cervelletto, della corteccia cerebrale e del tronco encefalico
  • Fisiologia dello stress, reazioni ortosimpatiche: di lotta, di fuga, di immobilità

Terzo anno

Durante il terzo e ultimo anno di formazione, si esploreranno i temi legati all’Essere sulla terra, incarnarsi nella nascita. Lo sviluppo del cuore e le sue relazione esistenziali primarie. Il volto, l’essere visti, il nutrimento. In che modo le forze del respiro della vita mantengono e danno corpo al corpo. Affrontare le esperienze traumatiche alla luce del nostro potenziale dalla corazza, alla ferita, alla sorgente.

  • La sorgente, l’essere, l’ego: dall’incondizionato al condizionato
  • Dal cielo alla terra 2: l’annidamento e le sue impronte
  • Temi di sopravvivenza e temi esistenziali
  • L’accensione al Cuore, connettersi al potenziale, un Sì incondizionato
  • Relazione fra cuore e sistema nervoso centrale
  • Il viso e l’espressione: il viscerocranio luogo di connessione fra cuore e cervello
  • Orientamento al sistema nervoso sociale
  • L’articolazione temporo – mandibolare (ATM), gola e voce
  • Accensione alla Nascita
  • Dinamiche e accensione intorno all’ombelico
  • L’attaccamento sicuro
  • Lavoro con le ossa zigomatiche, mascellari, mandibolari e l’osso ioide

Entro la fine del terzo anno gli allievi saranno chiamati a completare un esame finale, un percorso di tirocinio, a completare le ore di pratica libera e si sottoporranno ad una prova pratica con i docenti del corso.